Antiriciclaggio: Registro dei compro oro e tutela dei dati

0
37

Con un recente parere il Garante per la privacy ha indicato al Mef le misure e gli accorgimenti  per rendere pienamente conformi alla normativa sulla protezione dei dati personali  le modalità tecniche di invio dei dati al Registro degli operatori compro oro. Lo schema sottoposto all’Autorità si compone di dieci articoli in cui sono stabiliti, tra l’altro,  la struttura del registro (composto di due sezioni: una ad accesso pubblico e una ad accesso riservato);  le modalità di iscrizione degli operatori; l’obbligo della tempestiva  messa a disposizione dei dati a Mef, Uif, Guardia di finanza, autorità giudiziaria. Il parere sullo schema di decreto – che segue quello espresso nel 2017 sul decreto legislativo che recepiva la direttiva europea sulla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo.